innogy: l’impresa dell’energia verde orientata verso un futuro a basse emissioni di carbonio

innogy: l’impresa dell’energia verde orientata verso un futuro a basse emissioni di carbonio

Lunedì 15 maggio 2017 — La trasformazione del nostro sistema energetico in un sistema a basse emissioni di carbonio non è un compito semplice, ma un’impresa di pubblici servizi tedesca ha elaborato un modello commerciale che sta già raccogliendo i frutti di un’economia più verde.

innogy SE risponde alle maggiori tendenze di trasformazione del settore energetico su scala globale: decarbonizzazione, decentramento e digitalizzazione.

È evidente che dobbiamo instaurare un cambiamento sistemico in vista degli obiettivi di cambiamento climatico per il 2050,

ha affermato Holger Gassner, responsabile delle questioni strategiche, tecnologiche, di mercato e regolamentari del segmento Fonti di energie rinnovabili di innogy.

Con l’energia rinnovabile, le reti energetiche intelligenti e soluzioni innovative per i nostri clienti, abbiamo intenzione di definire gli standard della transizione energetica e non solo.

L’azienda offre ai propri clienti prodotti e servizi energetici innovativi e sostenibili che li aiutano a utilizzare l’energia in modo più efficiente. Nel 2016, innogy ha realizzato un fatturato esterno di 44 miliardi EUR.

Sta inoltre creando le condizioni per l’introduzione di un maggior numero di fonti di energia rinnovabile nella rete energetica: una questione fondamentale per l’abbandono dei combustibili fossili. L’azienda è in grado di generare energia pulita per oltre 3,7 gigawatt, i suoi mercati principali sono costituiti da Germania, Regno Unito, Paesi Bassi, Spagna, Italia e Polonia e si prevede un’ulteriore espansione al di fuori dell’Europa, ad esempio negli Stati Uniti.

Affinché la transizione energetica abbia successo, tutti i settori devono aumentare l’efficienza energetica e utilizzare una maggiore quantità di energia rinnovabile,

ha affermato Gassner.

Entro il 2019, innogy ha intenzione di investire 6,5-7 miliardi di EUR nei vari comparti che la compongono. In questo modo, contribuirà ancora di più allo sviluppo di un sistema di energia rinnovabile decentrato in Europa. Attualmente, l’azienda partecipa a 10 nuovi progetti, principalmente basati sull’energia eolica, con una capacità di circa 900 megawatt.

In totale, innogy ha più di 40 000 dipendenti in 16 Paesi europei che non solo creano e stimolano le innovazioni, ma stanno anche crescendo orientandosi verso nuovi orizzonti.  Una parte dei 50 tra tecnici addetti all’assistenza, ingegneri e personale nautico impiegati presso la centrale eolica offshore Nordsee Ost di innogy, ad esempio, un tempo lavorava presso centrali elettriche a carbone o a gas.

Cerchiamo pionieri che creino un futuro sostenibile con coraggio, passione e creatività,

ha detto Gassner.

 

Profilo di lavoratore verde

Henning Joswig, dirigente senior del comparto Strategia e tecnologia di innogy

Ho iniziato come ingegnere minerario in RWE, lavorando in alcune tra le maggiori miniere di carbone a cielo aperto d’Europa,

ha affermato Henning.

Adesso opero con un approccio completamente diverso alla produzione di energia elettrica.

Henning ha iniziato la propria carriera in RWE nel 1999 e col tempo si è interessato sempre più alla riduzione delle emissioni e ha quindi cercato di lavorare su alcuni aspetti aziendali più legati all’ambiente. Oggi è impiegato nel reparto Strategia e tecnologia, dove sta mettendo a punto sistemi energetici innovativi e applicazioni di stoccaggio di nuova generazione: tecnologie fondamentali necessarie per liberare il potenziale delle energie rinnovabili.

È fondamentale infrangere le barriere e cambiare atteggiamento, ma i vertici aziendali hanno compiuto un ottimo lavoro,

ha detto Henning.

Ora il personale può contribuire ai percorsi innovativi aziendali, pur non essendovi coinvolto direttamente.

 

Fatti e cifre interessanti

  • Attualmente, innogy fornisce energia affidabile a circa 16 milioni di utenti della fornitura elettrica e a 7 milioni di utenti della fornitura di gas in undici Paesi europei.
  • innogy è tra i maggiori operatori d’Europa nel settore dell’energia eolica.
  • È anche il maggiore fornitore di elettricità della Germania per volume.
  • Heliatek, un’impresa tecnologica tedesca di cui innogy è un importante azionista, sta ampliando la propria capacità di produrre HeliaFilm® di un milione di metri quadri all’anno
Profilo del lavoratore verde - Henning Joswig
Profilo del lavoratore verde - Henning Joswig, © innogy
Profilo del lavoratore verde - Henning Joswig
Königshovener Höhe, © innogy
Centrale elettrica PV BELECTRIC, © innogy

Contattaci

Iris Petsa

Responsabile stampa per l’Ambiente, gli affari marittimi e la pesca

Commissione europea