Umicore: i cercatori d’oro moderni trovano la ricchezza nei rifiuti

Umicore: i cercatori d’oro moderni trovano la ricchezza nei rifiuti

Lunedì 15 maggio 2017 — Vecchi smartphone, computer rotti, batterie esaurite e scarti industriali: tutti questi rifiuti contengono metalli preziosi che possono essere riciclati. Sfortunatamente, il recupero di queste importanti risorse non è semplice, ma non per Umicore, società belga specializzata nello smaltimento dei rifiuti che ha sviluppato un’innovativa procedura di riciclaggio per estrarre l’oro dai materiali di scarto.

Umicore ha iniziato la sua attività come società mineraria oltre 200 anni fa, ma negli ultimi decenni ha ritenuto molto più logico in termini economici occuparsi di riciclaggio di rifiuti metallici invece di consumare le materie prime. Grazie a questo approccio, la società belga sta ora registrando una crescita sostenuta e reclutando sempre più lavoratori verdi.

Abbiamo fatto un grande passo in avanti nella catena di valore,

ha dichiarato Egbert Lox, vicepresidente senior affari governativi di Umicore.

Invece di partire dal suolo, acquistiamo materiali che sono stati già estratti e applichiamo le nostre conoscenze combinate di fisica, chimica e scienza dei materiali per ottenere prodotti con una nuova funzione.

Grazie alla loro profonda conoscenza degli elementi metallici, possono estrarre metalli preziosi come l’oro e altri metalli come il rame e lo zinco da rifiuti industriali, rottami elettronici, vecchi componenti di automobili e batterie esaurite. Dalle schede elettroniche, Umicore è in grado di recuperare la maggior parte del contenuto di oro e trasformarlo in lingotti di oro puro al 99,99 %.

Questo approccio sta aiutando le industrie a vedere il valore nascosto dei loro rifiuti e sempre più aziende mirano a «chiudere il cerchio» del ciclo di vita dei prodotti, mantenendo le risorse il più possibile nella catena logistica.

Nel nostro stabilimento di Hoboken, in Belgio, nel quale ricicliamo rifiuti contenenti metalli preziosi, come smartphone fuori uso e scarti industriali, abbiamo registrato una forte espansione e aumentato la capacità del 40 %, il che comporta il convolgimento di un numero maggiore di persone,

ha dichiarato Lox.

Lo scorso anno Umicore ha realizzato un fatturato di 2,7 miliardi di EUR e ha in programma di aggiungere e ammodernare gli stabilimenti con la necessità di assumere altro personale che si andrebbe ad aggiungere al già consolidato organico composto da 10 000 dipendenti tra tecnici, operatori, chimici, personale amministrativo e scienziati. Nei prossimi anni è anche previsto lo sviluppo di competenze del personale per gestire il complesso flusso dei rifiuti a livello mondiale.

Stiamo concentrando le nostre attività in aree a elevata domanda, come la produzione di cobalto e nichel per le automobili elettriche, arginando la perdita dei posti di lavoro. Queste attività verdi ci consentono di aggiungere persone oppure di salvarle,

ha affermato Lox.

 

Profilo del lavoratore verde

Thierry Van Kerckhoven, responsabile vendite mondiale della divisione dei materiali riciclabili, Umicore

Thierry possiede la grande abilità di trasformare i rifiuti degli altri in utili. È specializzato nel processo di raffinazione dei metalli preziosi nell’impianto di riciclaggio Umicore a Hoboken, il più grande al mondo per il trattamento di questo tipo di rifiuti, e aiuta la società a individuare nuove e valide opportunità di riciclaggio.

Riceviamo materiali di scarto dal Cile alla Corea del Sud e al Giappone e dal Canada alla Nuova Zelanda oltre che da praticamente tutti i paesi che li separano.

Thierry è a capo di un team che identifica e acquista diverse fonti di sottoprodotti di scarto del rame e dello zinco, oltre a rifiuti elettronici come smartphone e batterie, il tutto con un approccio rispettoso dell’ambiente. Favorisce inoltre la partnership con le imprese per ottenere un approvvigionamento continuo di rifiuti riciclabili.

Trattiamo i sottoprodotti provenienti dalle industrie dei metalli non ferrosi e siamo, ad esempio, un fornitore di servizi per le società che operano nei settori di rame, zinco e piombo.

 

Fatti e cifre interessanti

  • Umicore lavora 400 000 tonnellate di metalli preziosi all’anno con l’obiettivo di raggiungere le 500 000 tonnellate.
  • Umicore Hoboken recupera 17 metalli preziosi e speciali da oltre 200 materie prime complesse in tutto il mondo.
  • Umicore Hoboken ha inoltre una forza lavoro totale di 1 648 dipendenti, mentre a livello mondiale occupa 9 921 persone.
Profilo del lavoratore verde - Thierry van Kerckhoven, © Umicore, 2017
Profilo del lavoratore verde - Thierry van Kerckhoven
Composizione di una barra d’oro, di una barra d’argento e di un avanzo elettronico, © Umicore, 2017
Profilo del lavoratore verde - Thierry van Kerckhoven, © Umicore, 2017
Profilo del lavoratore verde - Thierry van Kerckhoven
Riciclo di telefoni cellulari, © Umicore, 2017

Contattaci

Iris Petsa

Responsabile stampa per l’Ambiente, gli affari marittimi e la pesca

Commissione europea